Permette ai nostri più promettenti ricercatori un fondamentale percorso di formazione.

Alessandro Natoni
Alessandro Natoni, Università “La Sapienza” di Roma, Roma

Una strategia innovativa per far uscire allo scoperto le cellule maligne del mieloma multiplo

Sono nato a Viterbo e mi sono laureato in Biologia nell’ateneo della mia città, l’Università della Tuscia. Un anno dopo la laurea, giovane e con un inglese un po’ incerto, mi sono trasferito in Inghilterra, all’Università del Surrey a Guildford dove ho conseguito il dottorato. È stata un’esperienza fondamentale che mi ha insegnato sia la metodologia della ricerca, sia a comunicare il mio lavoro. Poi ho trascorso un’anno al Medical Research Council di Leicester, dove ho cominciato a occuparmi di ricerca sul cancro, in particolare di leucemia linfocitica cronica. Mi sono trasferito quindi all’Università nazionale dell’Irlanda,  a Galway, un Paese che ormai considero la mia seconda casa. Qui ho trascorso 13 anni, imparando progressivamente a essere indipendente. Da marzo di quest’anno ho cominciato a lavorare di nuovo in Italia, al Policlinico Umberto I nel dipartimento di Medicina Traslazionale e di Precisione dell’Università “La Sapienza” di Roma.