Leggi il diario di viaggio
dei nostri ricercatori
  • 9
    marzo
    2017

    Cina, Corea del Sud, Austria, Giappone, India, Thailandia, Germania, Svizzera. E poi, tanta Italia; e naturalmente Stati Uniti.

    È la multiculturalità la prima cosa che mi saltò all’occhio quando due anni fa arrivai nei laboratori del Massachusetts General Hospital a Boston. Una tale varietà di etnie e culture che ti aiutano a non sentirti mai straniero.